Patè di Lactarius Volemus

Ricetta fantasia - di Enrico Cavaletti

PATE' DI LACTARIUS VOLEMUS

Si tratta di un fungo che ritengo, pochi o nessuno raccoglie, essendo un fungo a lattice bianco (per alcuni di cattivo odore,) ha un forte odore di aringhe che però, dopo cottura, assume un profumo fungino gradevole, molto diverso.

INGREDIENTI:

400 gr. di funghi Lactarius volemus ½ dado per brodo.

Uno spicchio d' aglio Erbe aromatiche (meglio in polvere.)

Due presine di fungo Hydnum imbricatum in polvere (arrichisce di molto il gusto.)

Una carota Una patata Un pizzico di peperoncino piccante

Sale q.b.

PREPARAZIONE:

- Tagliate a pezzettoni il fungo compreso il gambo.

- Mettete il tutto nel lavandino con abbondante acqua.

- Lasciate a mollo per qualche minuto (l'acqua diventerà tutta bianca.)

- Sciacquateli sotto l'acqua corrente.

- Preparate il brodo con il dado in circa ½ litro d'acqua con la carota e la patata.

- In una casseruola con un po' d'olio di oliva fate soffriggere l'aglio e i funghi.

- Quando l'acqua di vegetazione sarà asciugata aggiungete di tanto in tanto il brodo.

- La cottura, a pentola senza coperchio, non dovrà essere inferiore a 45 minuti.

- A metà cottura aggiungete il sale, le erbe aromatiche, la polvere del fungo imbricatum, il peperoncino.

- A fine cottura i funghi dovranno risultare con poco liquido.

- Passate nel frullatore i funghi, la carota, la patata -tutta o in parte- onde regolare la densità. (Per ottenere un impasto cremoso, spalmabile, versate nel frullatore dell'olio di oliva.)

- Servite spalmando il pate' su crostini di pane. (Il pate' può essere conservato per un mese nel frigorifero in vasetto di vetro ricoperto con olio.)

Humm !! - Provare per credere!

 

Puoi visualizzare la ricetta in formato PDF, cliccando qui

/
professional joomla template